DOMENICA 1 NOVEMBRE, ore 20.40

#JeSuisLà

Di Éric Lartigau

con Alain Chabat / Doona Bae

Il Regista
Assistente di Edouard Molinaro e Emir Kusturica, dopo aver lavorato per il piccolo schermo firma il primo lungometraggio nel 2002, Mais, qui a tué Pamela Rose ?. Con Prête-moi ta main (2006) convince pubblico e critica dirigendo Alain Chabat e Charlotte Gainsbourg. Cambia di registro nel 2010 con il thriller psicologico L’homme qui voulait vivre sa vie, ma torna alla commedia firmando uno degli episodi di Les infideles (2012) e La famille Bélier (2014).

Sceneggiatura

Éric Lartigau / Thomas Bidegain

Genere

Commedia

Durata

98

Fotografia

Laurent Tangy, AFC

Montaggio

Juliette Welfling

Scenografia

Olivier Radot

Suono

François Maurel / Roland Voglaire / Paul Heymans / Olivier Dô Huu

Produzione

Rectangle Productions

Distribuzione Internazionale

Gaumont

Distribuzione Italia

Officine Ubu

Stéphane (Alain Chabat) è uno chef di successo, conduce una vita stanca ai fornelli del suo prestigioso ristorante nei Paesi Baschi. Ha due figli e un’ex-moglie, ma  l’unica cosa che lo fa sentire ancora vivo è la chat con Soo, una giovane donna coreana incontrata su Instagram. Seppure così lontana, Soo sembra essere la sola persona a conoscerlo in profondità,  tanto che Stéphane decide di farle un’improvvisata. Sale su un aereo e parte segretamente per Seul. La sua trasferta coreana prende però tutt’altra piega rispetto a quella che aveva prevista… Dal regista della Famiglia Belier un’altra storia intelligente che vi sorprenderà dall’inizio alla fine. Un film che, sulla scia del grande interesse per la Corea del Sud e la sua cultura suscitati dal film Parasite, è ambientato per oltre due terzi all’interno dell’aeroporto di Seul e nei suoi dintorni, popolati da un umanità sincera e imprevedibile. (FRM)